SPEED: Analisi delle Richieste di Rete

0
336

Ciao a tutti, benvenuti in una nuova puntata del nostro Vlog.
Oggi le novità che vi presentiamo sono due: la prima è che non ci sarà Marco ;) la seconda è una nuova funzionalità del nostro strumento SPEED!

Chi segue regolarmente il nostro vlog saprà che il primo video che abbiamo realizzato è stato proprio per la presentazione di SPEED, lo strumento sviluppato da noi per aiutarvi a misurare la velocità del vostro sito web.

Dalla sua nascita SPEED ha già affrontato diverse novità, la più significativa è stata quella della generazione del report con il risultato ottenuto da poter condividere via mail o sui principali canali social.

Finora SPEED ha offerto un tipo di analisi ad alto livello con la presentazione di alcuni parametri fondamentali come:

  • punteggio totale
  • tempo di caricamento
  • peso delle risorse
  • richieste della pagina

Il dettaglio del punteggio diviso in

  • Accessibilità
  • Performance
  • Best Practices

con i relativi suggerimenti, vi permette di mettere in pratica nell’immediato tutte quelle azioni che servono per migliorare il punteggio totale e anche il tempo di caricamento della pagina.

Oggi vogliamo invece presentarvi un’altra importante novità che abbiamo appena introdotto e che riguarda le RICHIESTE DI RETE.

SPEED oggi vi permette di analizzare tutte le risorse che vengono scaricate dal browser seguendo una base temporale (che corrisponde al tempo di caricamento della pagina analizzata).

Vediamo nel dettaglio in che cosa consiste questo tipo di analisi.

Per ogni risorsa viene spiegata nel dettaglio ogni fase attraversata dalla richiesta. La richiesta si compone di specifiche fasi che vengono eseguite in un ordine precise:

  1. INIZIO

    non si tratta di una fase, ma del vero e proprio momento nel tempo della richiesta, ad esempio quando scrivete nella barra del browser l’URL del dominio che dovete visitare;

  2. BLOCCATO

    Questa fase può esserci oppure no, tutto dipende da quanto è impegnato il browser nel momento in cui fate partire la richiesta al dominio con il tasto invio

  3. RISOLUZIONE DNS

    ovvero la trasformazione del nome a dominio che state cercando in un indirizzo IP (abbiamo già parlato di domini e indirizzi IP in un precedente video del nostro vlog)

  4. CONNESSIONE

    si tratta dell’apertura del canale di comunicazione tra il browser e il server dove è ospitato il dominio

  5. HTTPS

    se il dominio che state cercando è in HTTPS allora c’è bisogno di questa ulteriore fase di cifratura della connessione

  6. INVIO

    questo è il vero e proprio momento in cui parte la richiesta del browser verso il server

  7. ATTESA

    si tratta del tempo di attesa della risposta del server

  8. RICEZIONE

    questa fase è l’effettivo download della risorsa per la quale è stata fatta la richiesta (ad. esempio se si tratta di un’immagine la ricezione corrisponde all’effettivo download dell’immagine che sarà visibile sulla pagina web caricata).

 

Come avete potuto capire si tratta di un tipo di analisi rivolta ai più tecnici che vogliono andare a verificare, risorsa per risorsa, tutte le fasi e il tempo impiegato per la ricezione e il caricamento della pagina.

Nel grafico del Dettaglio delle Richieste di Rete su SPEED le risorse vengono ordinate in base al tempo in cui rispondo alla richiesta. Una situazione ottimale presenterà quindi un grafico molto verticale, che corrisponde all’esecuzione in parallelo di più richieste (e quindi un tempo minore di caricamento).

Se dovesse presentarsi un grafico più “a scaloni”, significa che per la ricezione di una richiesta è necessario che venga completata la richiesta precedente, e questo incide ovviamente sul tempo di caricamento totale della vostra pagina web.

Cosa state aspettando? Andate su SPEED a testare questa nuova funzionalità per analizzare nel dettaglio tutte le richieste e tutte le risorse del vostro sito e non dimenticatevi di condividere il report ottenuto.

Siamo arrivati al termine di questa puntata dedicata a SPEED. Vi invito ad iscrivervi al nostro canale e di attivare la campanella per essere avvisati quando pubblicheremo un nuovo contenuto.

Grazie e al prossimo video.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWordPress 5.0 è arrivato: che cosa fare?
Prossimo articoloWeb Performance e SEO con Giorgio Taverniti
Web & Social Media Marketing - Host S.p.A. - Adoro la comunicazione, comunicare e interagire con gli altri. La mia mission nella vita è "non annoiarmi mai" per questo mi piace fare esperienze lavorative in ambiti diversi, purché ci sia l'opportunità di incontrare persone stimolanti e imparare cose nuove. Social addicted con una passione sfrenata per il nuoto, il rock e la fotografia. Mi trovate su Twitter (@AliceGallerani) e su LinkedIn linkedin/alicegallerani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome qui