Brexit e la scure sui domini .eu

0
340

Lo scorso 29 Marzo 2017 il Regno Unito ha notificato alla Commissione Europea la volontà di uscire dall’UE a seguito del referendum svoltosi un anno prima.

Appena un anno dopo questa dichiarazione, il 28 Marzo 2018, l’Unione Europea comunica al Regno Unito che la Brexit avrà conseguenze anche sui domini internet .eu appartenenti a soggetti non ubicati nei 27 Paesi Membri.

Domini .eu: il registro e norme di registrazione

Il registro dei domini .eu a seguito della nomina da parte della Commissione Europea è Eurid e per registrare un dominio con questa estensione bisogna rispettare alcune semplici regole:

  • può contenere caratteri dell’alfabeto dalla a alla z e numeri dallo 0 al 9

  • può contenere il segno meno (-)

  • la lunghezza deve essere compresa da 2 a 63 caratteri (senza considerare l’estensione .eu)

  • l’intestatario del dominio deve essere: un’impresa, organizzazione o persona fisica con sede legale o residente all’interno dell’Unione europea, Norvegia, Islanda o Liechtenstein.

La scure sui domini .eu: quanti sono impattati?

Secondo l’Unione Europea il registro dei domini .eu (Eurid) ha il dovere di far rispettare gli accordi presi per i quali la registrazione di un dominio .eu, chiara espressione d’identità europea, debba essere legata a una persona, organizzazione o società risiedente in uno degli Stati Membri più Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Ed è proprio questa regola a scontrarsi con la Brexit la quale definisce il Regno Unito come “paese terzo“, perdendo di fatto i requisiti per la registrazione del dominio .eu.

I domini .eu registrati a tutto il 2017 sono circa 3,815,055 di cui oltre 300 mila registrati nel Regno Unito.

La Brexit facendo decadere questi requisiti pone circa 317 mila domini a rischio di cancellazione. Entro un anno, da quando la Brexit sarà effettiva (scadenza 29 Marzo 2019), gli stessi verranno resi disponibili per una nuova registrazione. Proprio per questo motivo, a partire dallo scorso 29 Marzo nessun utente o azienda del Regno Unito può registrare domini .eu e al contempo chi detiene un dominio non può più rinnovarlo.

Le aziende oltre la Manica, che rischiano di veder cancellato il dominio della propria società o brand, potranno comunque difendere la registrazione in virtù dei diritti acquisiti evitando così rovinose truffe o tentativi di phishing ai danni della collettività.

Conclusioni

E’ un peccato che i domini .eu finiscano nei libri di storia! Noi di Host.it  ci impegniamo nei prossimi mesi a estrapolare dai nostri database eventuali clienti impattati, ovvero che rispondano ai criteri: utente privato o company UK e dominio .eu. Sarà nostra cura contattare loro per valutare insieme la soluzione migliore al fine di non incappare nella cancellazione del dominio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome qui